Dipartimento di Medicina Sperimentale e Clinica

Università Magna Graecia di Catanzaro


Lutto Prof. Ennio Carbone


Nella mattinata di oggi, è venuto a mancare, prematuramente, il professor Ennio Carbone, ordinario di Patologia Generale del nostro Ateneo per molti anni. Anzi come avrebbe voluto lui, professore di Immunologia.

Ennio ha conseguito il diploma di laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università Federico II di Napoli nel 1987 e il Dottorato di ricerca in Patologia molecolare presso lo stesso Ateneo nel 1993, con una tesi dal titolo “Regolazione delle cellule NK da parte di diverse isoforme di classe I HLA”. 
Dal 1998 al 2000 ha trascorso un periodo di ricerca presso il laboratorio del Prof. Klas Karre al Karolinska Institutet, fruendo di una prestigiosa borsa di studio “Marie Curie”. Al ritorno in Italia, Ennio ha ricoperto il ruolo di Ricercatore universitario dal 2000 al 2006 e di Professore Associato dal 2006 al 2010 presso l’Università Magna Graecia di Catanzaro. Dal 2010 è Professore Ordinario di Patologia Generale. Il 1 gennaio 2020 ha preso servizio presso l’Università degli Studi della Campania L. Vanvitelli. La collaborazione con il Dipartimento di Microbiologia, Tumori e Biologia Cellulare del Karolinska Institutet di Stoccolma, dove ricopriva la posizione di Faculty Adjunct Professor, è continuata anche dopo il ritorno in Italia.

Ennio è autore di numerose pubblicazioni nel campo dell’immunologia dei tumori. La sua attività scientifica è sempre stata dedicata all’immunologia sperimentale, con particolare attenzione alla regolazione dell'immunità innata da parte delle molecole MHC di classe I nonché al ruolo delle cellule NK e dendritiche nel controllo della crescita e disseminazione tumorale.

Ennio è socio di numerose società scientifiche e, per molti anni, è stato Membro del Consiglio Direttivo della Scuola di Immunologia Avanzata “Ruggero Ceppellini” di Napoli.

Ennio ha anche contribuito a formare numerosi studenti del nostro Ateneo, avvicinandoli alla ricerca scientifica in campo immunologico e dando loro la possibilità di completare la formazione scientifica e professionale presso prestigiose istituzioni nazionali ed internazionali.

Data Pubblicazione: 03/03/2020